Cosa facciamo

Centro di accoglienza

Sine Modo APS si occupa di accoglienza di maschi adulti in disagio sociale. E’ dotata di una struttura di accoglienza con 18 posti letto su circa 400 mq., 4 ha di terreno, adibita a orto e la fattoria educativa. I soci iscritti sono 20 di cui volontari 11 e due dipendenti. Ha un laboratorio di falegnameria. e vari annessi agricoli.
ACCOGLIENZA E SERVIZIO VERSO LE FASCE SOCIALI PIU’ DEBOLI, EMARGINATE ED ESCLUSE; in particolare modo:
– garantire un percorso di reinserimento nel tessuto sociale a persone in stato di disagio o vulnerabilità;
– accoglienza umanitaria ed integrazione sociale dei migranti;
– agricoltura sociale:
– promozione della cultura della legalità, della pace tra i popoli, della non violenza e della difesa non armata;
– promozione e tutela dei diritti umani, civili, sociali e politici;
– detenzione domiciliare;
– accompagnamento e orientamento alla persona;
– percorsi individualizzati in attività professionalizzanti.

Attività

Agricoltura sociale

Falegnameria

Fattoria educativa

I 4 ettari circa di terreno agricolo vengono utilizzati per la coltivazione di ortaggi e per ospitare gli animali presenti nel centro. 

Le attività agricole hanno lo scopo non solo di recare dei benefici a livello psico – fisico, ma di creare dei percorsi di autonomia lavorativa e/o di orientamento per gli ospiti del centro. 

Il progetto prevede non solo la coltivazione ma anche la vendita diretta dei prodotti, che pur non essendo certificati biologici, vengono coltivati secondo i principi di un agricoltura naturale, senza l’utilizzo di pesticidi. 

La falegnameria è un’attività che vuole dare opportunità lavorativa agli ospiti del centro e dare una sostenibilità all’accoglienza degli ospiti stessi. 

Oltre all’inserimento lavorativo degli ospiti e dare sostenibilità al centro d’accoglienza (non supportato da finanziamenti pubblici), l’obiettivo è anche quello di fare economia circolare utilizzando il materiale di recupero. 

In collaborazione con altre realtà del territorio, esiste anche un laboratorio didattico condotto da esperti, per formare, organizzare e  definire le attività, agganciandole ad una rete di vendita.   

a fattoria educativa occupa un’area di 13.000 mq ed ospita due asini, un pony 5 capre e diversi gatti. 

L’EAA – Educazione Assistita con gli Animali  è un insieme di interventi e di attività organizzate che utilizza come strumento educativo gli animali, opportunamente scelti e preparato, con finalità socializzanti, educative e di integrazione sociale. 
Tra la persona e l’’animale si instaura un particolare rapporto attraverso la comunicazione non verbale, uno scambio di gesti che lascia “parlare il corpo”, creando sensazioni piacevoli e rassicuranti, fortemente coinvolgenti sotto l’aspetto emotivo e relazionale. 
L’attività è rivolta a singoli e gruppi in particolare alle scuole, anche per persone con disabilità. 

X